↠´ Grandi operette. L'analisi costi-benefici e la disinformazione strategica ß Download by ò Marco Ponti

↠´ Grandi operette. L'analisi costi-benefici e la disinformazione strategica ß Download by ò Marco Ponti L autore esprime il b proprio punto di vista, supportato da molti dati e fatti Moltissimi dei concetti sono condivisibili, di alcuni ci si stupisce che non facciano parte del patrimonio culturale diffuso Pur trattandosi di un punto di vista andrebbe studiato a scuola, per migliorare la consapevolezza delle persone sui grandi investimenti Il libro comunque scorrevole e mai ricorre a linguaggio troppo tecnico Le Grandi Opere Monumentali Rappresentano Da Sempre Un Simbolo Fisico Del Potere, Dalla Piramide Di Cheope Alla Reggia Di Versailles, Dalle Cattedrali All Architettura Nazifascista In Italia, Da Qualche Anno, Si Fa Un Uso Politico Simile Anche Delle Grandi Opere Infrastrutturali Per I Trasporti Megaporti, Supervalichi, Treni Ad Alta Velocit Hanno Cominciato A Essere Presentati Come Un Bene In S , A Prescindere Da Qualunque Calcolo Costi Benefici Del Resto, Nell Immediato Le Grandi Opere Portano Consenso Elettorale E Un Aura Di Progresso, Ed Solo A Lavori Ultimati, Quando In Pochi Se Ne Accorgeranno, Che Emergono Gli Altissimi Costi Pagati Con I Soldi Di Tutti I Cittadini Tutto Questo Insensato Marco Ponti, Autore Dell Analisi Costi Benefici Che Ha Bocciato La TAV Torino Lione, Lo Dimostra Con Argomentazioni Tanto Serrate Quanto Inascoltate, E Con Un Vasto Repertorio Di Dati Ed Esempi Provenienti Da Altri Paesi Europei Ma Anche Dagli Stati Uniti, Dall Africa E Dal Sudamerica Le Grandi Opere Apportano Pochi Benefici Ambientali, Non Sono Aperte Alla Concorrenza, Ingrassano I Soliti Noti E Creano Scarsa Occupazione Sprecano Il Denaro Pubblico Sottraendolo A Interventi Pi Utili Grandi Operette , In Particolare, Ci Invita A Ribellarci Alla Propaganda Che Insiste Sull Urgenza Di Investire Su Larga Scala Nel Trasporto Ferroviario La Cura Del Ferro Costosissima, Crea Disuguaglianze Economiche Ed Tutt Altro Che Miracolosa Dal Punto Di Vista Ecologico Le Recenti Innovazioni Suggeriscono Invece Di Puntare Sullo Snellimento Del Traffico Stradale, Sulla Messa In Sicurezza Del Territorio, Sulla Ricerca Per Produrre Veicoli Sempre Meno Inquinanti Non Resta Che Agire Di Conseguenza E un saggio scritto da persona super competente e spiega aspetti che sono sconosciuti alla gente che non si occupa di queste faccende Pur essendo molto circostanziato e sempre sostenuto da dati economici, non stato per me del tutto convincente Faccio un esempio se devo scegliere fra costruire un autostrada o una ferrovia, anche se la ferrovia costa di pi e resta per anni a carico del contribuente, ci fa viaggiare pi velocemente e comodamente se fatta bene e soprattutto con pi sicurezza Io non ho trovato mai la sicurezza in questo libro come un fattore del rapporto costi benefici E poi, se vero che il futuro appartiene alla mobilit elettrica a guida autonoma quindi molto su gomma , se 50 anni fa avessero investito sull alta velocit che gi in una certa misura si poteva fare e su infrastrutture collegate alle ferrovie, invece di costruire ogni ben di dio intorno alle autostrade, saremmo oggi un paese pi moderno L autore esprime il b proprio punto di vista, supportato da molti dati e fatti Moltissimi dei concetti sono condivisibili, di alcuni ci si stupisce che non facciano parte del patrimonio culturale diffuso Pur trattandosi di un punto di vista andrebbe studiato a scuola, per migliorare la consapevolezza delle persone sui grandi investimenti Il libro comunque scorrevole e mai ricorre a linguaggio troppo tecnico